• Renato R. Colucci

l'autunno meteorologico si apre con temperature normali, ma il caldo estivo sta per tornare

A cura di Renato R. Colucci

Evoluzione Sinottica 1-7 settembre 2022

Oggi, 1 settembre, inizia l'autunno meteorologico secondo convenzione della Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO). Le temperature, dopo le piogge delle ultime 24 ore e l'ingresso di aria fresca da est, sono nella norma climatologica ma verosimilmente risulteranno di qualche grado inferiore nei valori massimi odierni. Ma una intensa e profonda area di bassa pressione già battezzata ciclone Peggy, ad ovest delle isole britanniche nei prossimi giorni, pescherà aria calda dal Nord Africa in un ritorno a temperature estive.



LA SINOTTICA

Analizziamo come di consueto la possibile evoluzione sinottica relativa ai prossimi 7 giorni, fino al 7 settembre 2022. Per farlo ci avvaliamo in particolare del modello europeo ECMWF che è quello solitamente più performante nel “vedere” correttamente l’evoluzione del tempo meteorologico.


Oggi, 1 settembre, è il primo giorno di autunno secondo l'organizzazione meteorologica mondiale mentre l'autunno astronomico inizierà appena il 23 settembre prossimo con l'equinozio. La convenzione di far iniziare l'autunno meteorologico il primo di settembre ha delle motivazioni soprattutto pratiche oltre che climatiche. E' infatti decisamente più facile fare i conti delle medie con date fisse e mesi prestabiliti, piuttosto che con date variabili come solstizi ed equinozi.


Carta dei campi di temperatura di oggi, 1 settembre 2022 alle ore 15, secondo il modello ECMWF


In ogni caso il primo giorno d'autunno si apre con temperature prossime alle medie di lungo periodo, ed eventualmente con qualche grado in meno nelle massime giornaliere, dopo che l'estate 2022 va ormai in archivio come la più calda di sempre, più o meno a pari merito con quella del 2003.


Il relativo fresco del primo giorno dell'autunno meteorologico, però, avrà vita breve. Una profonda depressione si sta formando ad ovest delle isole britanniche, sostenuta a tutte le quote da forti venti di tempesta e da un'ansa della corrente a getto che, con disarmante ricorrenza, quest'anno continua a proporre le medesime situazioni sinottiche, peraltro le più favorevoli al verificarsi di ondate di caldo estremo sull'Europa centro-occidentale ed il Mediterraneo.


Carta dei campi di vento alla quota geopotenziale 300 hPa (circa 9100 m) valida per la giornata di domenica 4 settembre


Questa imponente struttura porterà una marcata anomalia dei geopotenziali in Atlantico a tutte le quote, in grado di innescare una circolazione ciclonica con venti di tempesta sulle coste occidentali europee, ma in particolare sulle isole britanniche.


Nelle carte seguenti vediamo le anomalie di geopotenziale previste alla quota di 500 hPa (5500 metri circa) ed al suolo. Il ciclone associato è stato già battezzato Peggy. Per i dettagli sui nomi dei cicloni europei si può consultare Aktion Wetterpate.



Carta dei campi di anomalia dell'altezza geopotenziale 500 hPa per domenica 4 settembre 2022 secondo ECMWF



Carta dei campi di anomalia di pressione atmosferica al suolo per domenica 4 settembre 2022 secondo ECMWF


In meteorologia, Il valore dell'altezza geopotenziale ad un determinato valore di pressione corrisponde all'altitudine sul livello del mare a cui si registra tale valore barico.


E' fondamentale conoscere l'altezza geopotenziale di superfici a pressione atmosferica costante, rappresentate a larga scala da isolinee o isoipse. Le mappe così realizzate sono fondamentali per comprendere la circolazione delle masse d'aria che avviene alle diverse quote dell'atmosfera.


La risposta, dal punto di vista termico, non si farà attendere e l'effetto principale sarà quello di portare le temperature massime diurne su valori tipicamente estivi da piena estate. Nella carta successiva l'anomalia di temperatura al suolo prevista sull'Europa per il pomeriggio di lunedì 5 settembre prossimo.


Carta dei campi di anomalia di temperatura a 2m dal suolo per il pomeriggio di lunedì 5 settembre 2022 secondo ECMWF


Nell'immagine Ensemble successiva, centrata sul Friuli Venezia Giulia, vediamo come quanto descritto sopra si ripercuota in particolare alla superficie geopotenziale di 850 hPa, circa 1440 m. Temperature nella norma climatologica fino alla prima parte di domenica 4 settembre, e poi graduale aumento con valori di 3-4°C superiori alle medie, in particolare dal 5 al 7.


A seguire il calo dei geopotenziali in quota e della pressione al suolo, in un contesto sempre sopra media, potrebbe portare ad un ritorno delle precipitazioni in particolare per lo spostamento verso est della depressione atlantica, ormai parzialmente colmatasi e decisamente indebolita nei suoi effetti

Diagramma Ensemble ECMWF centrato sul Friuli Venezia Giulia con la previsione dall'alto in basso della temperatura a 850 hPa ed al suolo e della pressione atmosferica al suolo


Nella giornata di domenica 4 settembre è possibile che l'aumento dell'instabilità possa portare a diffusi fenomeni temporaleschi sull'Alpeadria, anche se il segnale alla mesoscala non induce a ritenere quantitativi di pioggia particolarmente significativi fino al 7 settembre prossimo.


A seguire, ma bisognerà ritornarci nei prossimi giorni, potrebbero verificarsi precipitazioni maggiormente diffuse ed abbondanti su tutta l'Alpeadria. Nell'immagine successiva i totali cumulati previsti fino al 7 settembre non evidenziano eventi di pioggia significativa sull'intera Alpeadria.


Campi di precipitazione cumulata dall'1 al 7 settembre sul settore alpino secondo la proiezioni ECMWF


Una linea di tendenza ha bisogno di conferme che invitiamo ad approfondire sempre seguendo gli aggiornamento degli enti preposti oltre che i servizi locali di allerta meteorologica.


Quanto appena descritto rappresenta infatti una semplice occhiata rivolta alla tendenza sinottica sulla base dei prodotti modellistici disponibili liberamente in rete, e non costituisce una previsione meteorologica


Per le previsioni meteorologiche giorno per giorno sulla regione Alpeadria, vanno consultati i bollettini meteorologici forniti dai servizi meteorologici ufficiali osmer-arpa, zamg, arso

Le carte riportate e discusse in questo articolo, a volte modificate ed integrate, sono tratte dai portali wxcharts.com e tropicaltidbits.com tramite Licenza Attribution 4.0 International (CC BY 4.0).

Per consultare gli aggiornamenti modellistici suggeriamo di collegarsi direttamente ai portali menzionati.


214 visualizzazioni0 commenti