• Renato R. Colucci

Record assoluto di pioggia in un mese sul Carso

Notizia breve, a cura di Renato R. Colucci

Lo storico osservatorio meteorologico di Borgo Grotta Gigante supera i 430 mm al penultimo giorno del mese, e mancano le piogge del prossimo intenso fronte in arrivo tra la sera di oggi e la giornata di domani.



Lo scarico del pluviometro totalizzatore manuale effettuato questa mattina all'osservatorio meteorologico di Borgo Grotta Gigante, località del Carso vicino a Trieste sita a 275 m s.l.m, ha totalizzato 50.4 mm con le ultime piogge della scorsa notte.


Questa ulteriore intensa precipitazione si aggiunge ai 382.5 mm caduti fino al 26 settembre e portano a 432.9 mm il totale mensile di settembre fino a questo punto.

Tale valore rappresenta già un record mensile assoluto di stazione, non solo per il mese di settembre ma per tutti i 669 mesi (55 anni e 9 mesi) di operatività della stazione meteorologica, che vanta la più lunga serie omogenea recente ed ancora operativa di tutto il Friuli Venezia Giulia


I precedenti record pluviometrici risalgono all'ottobre del 1992 con 420.6 mm ed al settembre 2010 con 420.3 mm. Segue poi l'agosto 1973 con 389.6 mm. L'anomalo valore di questo mese di settembre, che pare peraltro un'eccezione a livello regionale, trova origine da diverse cause.


L'evento che ha maggiormente influito al raggiungimento di questo totale pluviometrico così estremo è sicuramente riconducibile al sistema convettivo V-shaped generatosi sul Golfo di Trieste la mattina dell'8 settembre scorso, In poco più di due ore sono caduti 131.8 mm di pioggia.

Immagine riflettività radar dell'8 settembre con bene in evidenza il sistema convettivo V-.shaped. Fonte Protezione Civile FVG attraverso portale meteo.fvg OSMER


I sistemi convettivi V-shaped sono piuttosto tipici della climatologia autunnale del Mediterraneo, e si generano quando la nube temporalesca una volta formatosi si allunga secondo la direzione prevalente dei venti in quota e forma la tipica forma a V, come evidente nell'immagine radar allegata sopra.


Questo tipo di struttura temporalesca spesso gode di convergenze caldo umide che favoriscono maggiore intensità alle celle che tendono a rigenerarsi di continuo nella medesima posizione per lungo tempo, e portando quindi a precipitazioni molto intense sempre nello stesso luogo.


Un altro evento molto rilevante è stato quello del 25 settembre che è stato in grado di scaricare 127.4 mm nel giro di circa 36 ore. Nell'immagine seguente vediamo il diagramma pluviografico riferito a questo evento. Sul diagramma pluviografico risultano 128.6 mm, una differenza inferiore all'1% rispetto al totale del pluviometro totalizzatore (il "secchio" di raccolta per intenderci!) che conferma la misura ufficiale.


Il diagramma pluviografico del 25-26 settembre 2022 con i 128.6 mm poi corretti a 127.4 mm ufficiali dal pluviometro totalizzatore.



Altro evento straordinario quello della supercella della mattina del 15 settembre in grado di scaricare 39.6 mm di pioggia in meno di 20 minuti. Nella medesima giornata e in quella successiva poi violenti temporali hanno colpito in particolar modo la Slovenia, portando valori del tutto eccezionali di pioggia nella sua zona sud-orientale.

Disastrose alluvioni hanno isolato paesi e località. Riportiamo di seguito alcuni valori degli accumuli registrati tra il 15 ed il 17 settembre secondo arso.si.

Ljubljana 254.7 mm, Topol Pri Medvodoh 260.3 mm, Crnomelj 290.3 mm, Vrhnika 352.3 mm Idrija 370.3 mm, Osilnica 402.4 mm.


Per quest'ultima località si tratta di circa 1/3 (un terzo) di tutta la pioggia che cade normalmente nel corso di 1 anno.


Nelle prossime ore i temporali e le piogge previste ritoccheranno sicuramente il dato estremo del sito osservativo di Borgo Grotta Gigante, con il potenziale di portarlo vicino alla soglia dei 500 mm, un valore che rappresenterebbe circa il 40% di tutta la pioggia e neve fusa che cadono nell'arco di un intero anno.




272 visualizzazioni0 commenti