top of page
  • Immagine del redattoreRenato R. Colucci

Neve in Alpi Giulie in questo inizio inverno 2023-24

Innevamento abbondante in alta quota, attorno alla media in Canin e quote medie, molto scarso a valle

A cura di Renato R. Colucci

Istituto di Scienze Polari, CNR & Società Meteorologica Alpino-Adriatica

* Riproduzione riservata - ©Società Meteorologica Alpino-Adriatica . La riproduzione e la diffusione, anche parziale, di testi ed immagini devono essere concordate, ed autorizzate dagli autori. E' concesso usare il link di questo articolo per condividerlo su altri portali, e comunque con corretta ed esplicita citazione della fonte.


In questo primo scorcio di inverno quello che è sicuramente mancato finora è il freddo, mentre a più riprese temperature estremamente miti hanno interessato le Alpi. Gli eventi più significativi sono stati:

  1. la forte sciroccata di inizio dicembre con quantitativi di pioggia diffusamente tra i 200 ed i 300 mm, e neve relegata solo al di sopra dei 2300-2400 m

  2. l'anticiclone con aria estremamente mite di metà dicembre che ha portato lo zero termico ad oltre 3400 metri di quota. In questa fase, la poderosa alta pressione (quasi 1040 hPa registrati a Trieste) e l'aria secca in quota hanno favorito l'innesco di inversioni termiche con freddo invernale normale a valle.

Per quanto riguarda gli accumuli nevosi, l'evento sciroccale di inizio dicembre ha portato circa 1 metro e mezzo di accumulo in pochi giorni solo ad alta quota, mentre al di sotto dei 2000 m si è registrata in pratica quasi esclusivamente pioggia.


I dati di altezza neve all'osservatorio sloveno della Kredarica-Triglav (2514 m) riportano oltre 2 metri di neve al suolo con 446 cm di accumulo totale finora. Il dato è significativo e vicino ad una deviazione standard di anomalia positiva.



In Canin, sia il dato della stazione automatica del Livinal Lunc sia quello del campo Aineva manuale presso il rifugio Gilberti riportano valori prossimi al metro di neve al suolo, quindi in linea con la climatologia normale, ed un accumulo totale di 154 cm finora.



A Sella Nevea, la stazione permanente installata da SMAA nel 2021 permette di iniziare il terzo anno consecutivo di misure di altezza neve giornaliere, e per ora l'inverno attuale risulta quello con lo spessore nevoso più scarso dei tre.



-----------


SMAA è partner di:

124 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page