mese6-cut-bright_edited_edited_edited.jp

gArfield

Garfield.jpg

Glaciers and Permafrost in the Alpe-Adria Region

La Società Meteorologica Alpino-Adriatica (SMA-A), in collaborazione con enti ed istituzioni operanti sul territorio della regione Alpe-Adria, ha ideato il progetto “Alpi Giulie Meteo-Lab” che ha come scopo quello di approfondire le conoscenze scientifiche di questo settore così peculiare delle Alpi. Per questo motivo SMA-A favorisce e mette in atto in particolare studi e ricerche legati alla meteorologica, al clima, al paleoclima, alla criosfera ed all'ambiente montano di quest’area. 

 

Le Alpi e le Prealpi Giulie, cui parte del territorio rientra nel Parco Naturale delle Prealpi Giulie (Italia), diventato riserva MAB Unesco dal 2019, e nel Triglavski Narodni Park (Slovenia), rappresentano l’area geografica alpina con le più elevate precipitazioni medie annuali. Anche l’intensità dei singoli eventi di pioggia o neve hanno di frequente una magnitudo decisamente superiore alla media degli eventi di tempo meteorologico severo che si riscontrano a livello europeo. 

AlpiGiulie.jpg

Nelle Alpi Giulie, inoltre, si trovano numerosi piccoli corpi glaciali ancora attivi a quote drasticamente più basse rispetto al resto delle Alpi. Questo è dovuto a due fattori: i) il gradiente alpino di temperatura da ovest-est che vede scendere leggermente di quota le isoterme a parità di latitudine; ii) le elevate precipitazioni nevose invernali che, unite alla morfologia delle montagne, incanalano frequenti valanghe nei bacini di accumulo.

 

Nel 2012 l’allora Unione Meteorologica del F.V.G., trasformatasi poi in SMA-A nel 2020, ha installato la stazione meteorologica automatica di alta quota sul Monte Canin nei pressi dei resti del ghiacciaio orientale a 2203 m di altitudine. Nel corso dell’estate 2021 è stata invece attivata la prima stazione meteorologica permanente di Sella Nevea dotata inizialmente di sensori di temperatura dell’aria, umidità relativa e pluviometro riscaldato. La stazione è anche dotata di nivometro manuale e webcam.

mod-IMG_6599-s-c-smaa.jpg

Questi siti osservativi, assieme ad altri in progetto, saranno messi in rete per un monitoraggio sistematico delle condizioni meteo-climatiche dell’area, con particolare attenzione alla diffusione dei dati al pubblico, oltre che in chiave scientifica, anche nell’ottica dello sviluppo turistico ed economico dell’area. L’Alpi Giulie Meteo-Lab, inoltre, nasce anche con un intento didattico per la promozione di corsi, seminari, summer school ed eventi di formazione per avvicinare appassionati e non alla meteorologia ad alle attività scientifiche ad essa collegate.

 

Promotori e patrocinatori del progetto, oltre ad SMA-A:


•    Ente Parco Naturale delle Prealpi Giulie
•    Comune di Chiusaforte
•    Turismo FVG-Montagna
•    Istituto di Scienze Polari (CNR)
•    Istituto di Scienze Marine (CNR)

 

Responsabili scientifici di Alpi Giulie Meteo-Lab


•    Società Meteorologica Alpino-Adriatica
•    Istituto di Scienze Polari (CNR)