CHE COS'E' LA SOCIETA' METEOROLOGICA ALPINO-ADRIATICA

Oggetto dell'attività della SMAA è costituito dai fenomeni, dagli eventi, dalle caratteristiche e dai processi meteorologici e climatici che interessano il Friuli-Venezia Giulia e le aree adiacenti comprese tra le Alpi ed il Mare Adriatico. In un contesto più generale la SMAA si occupa dell’osservazione, dello studio, della comprensione e della diffusione di tutti gli aspetti che legano le Scienze del Sistema Terra al sistema atmosferico e climatico o che interagiscano con esso, con particolare riferimento alla tematica del cambiamento climatico
 

  1. l'osservazione dei fenomeni meteorologici e le loro interazioni con il sistema terrestre al fine di comprenderne la genesi, l'instaurarsi, l'evolversi e il dissiparsia

  2. Lo studio del clima e delle sue variazioni, con particolare riguardo al recupero degli archivi storici di dati ed alla valorizzazione e salvaguardia degli osservatori storici;

  3. lo studio degli effetti dei fenomeni oggetto dell'attività sulla vita delle popolazioni e sugli ecosistemi naturali e antropizzati nelle aree di azione;

  4. la divulgazione delle conoscenze e delle informazioni al pubblico e la promozione di attività educative e formative ad ogni livello sull'oggetto dell'attività.

Per raggiungere questi obiettivi SMA-A mette in atto le seguenti attività:

  1. promuovere, favorire, sviluppare e organizzare misure e osservazioni di qualsiasi natura sul proprio oggetto anche attraverso l’installazione di stazioni o reti di rilevamento;

  2. raccogliere, elaborare, archiviare, divulgare e pubblicare dati, misure e osservazioni di qualsiasi natura sul proprio oggetto;

  3. promuovere, favorire, sviluppare, eseguire e pubblicare gli studi e i progetti relativi ai propri scopi;

  4. promuovere, favorire, organizzare e condurre incontri, seminari, conferenze, convegni, dibattiti, corsi e lezioni inerenti il proprio oggetto;

  5. porre in essere iniziative volte a richiamare l'interesse dell’opinione pubblica sull'oggetto della propria attività;

  6. promuovere e organizzare attività educative e di formazione inerenti il proprio oggetto, inclusi viaggi ed escursioni di studio e campi di lavoro a scopo ricreativo, didattico e di ricerca, rivolte al tempo libero dei propri soci

  7. promuovere, sviluppare e stabilire collaborazioni con altri enti o organizzazioni pubbliche o private aventi finalità simili o complementari con le proprie;

  8. aderire ad altri organismi pubblici o privati che si prefiggano i medesimi scopi o finalità affini o complementari, comunque non contrastanti con le proprie, in diversi ambiti d'intervento;

  9. Promuovere la nomina di comitati di esperti provenienti dall’ambito accademico, dal mondo scientifico e dagli enti territoriali per garantire la corretta diffusione delle informazioni di cui all’oggetto e verificare la corretta diffusione delle informazioni anche da parte di soggetti terzi;

  10. svolgere ogni altra attività non specificamente menzionata in tale elenco ma comunque collegata con quelle precedenti, purché coerente con le finalità istituzionali e idonea a perseguirne il raggiungimento;

mese6-cut-bright_edited_edited_edited.jp