• aametsoc.org

Comunicato internazionale sul clima emesso dalle società meteorologiche globali

In qualità di membro della comunità globale delle società meteorologiche, la Società Meteorologica Alpino-Adriatica coglie l'opportunità della giornata mondiale della meteorologia 2021 per ribadire l'importanza fondamentale di affrontare il riscaldamento globale


Scarica qui il comunicato originale in formato pdf

Joint International Climate Communique b
.
Download • 656KB

Il mondo continua a scaldarsi


Il mondo continua a scaldarsi. Gli effetti dei gas serra prodotti dall'uomo sul clima sono sempre più numerosi e in modo assolutamente evidente. I tre anni più caldi mai registrati, compreso il 2020 (a circa 1,2 ° C in più rispetto a prima della rivoluzione industriale), si sono verificati tutti dopo l'accordo per limitare il cambiamento climatico di Parigi del 2015 . La temperatura media globale nel 2020 è stata prossima a un livello record nonostante la presenza di un temporaneo raffreddamento del Pacifico dovuto alla Niña, indicando così una continua tendenza di fondo al riscaldamento.

Nel 2020, il ghiaccio marino nell'Artico ha raggiunto la minor estensione mai osservata nel mese di ottobre. Sia l'estensione sia lo spessore del ghiaccio marino artico è diminuito drasticamente negli ultimi 30 anni.

I ghiacciai costieri in Groenlandia e in Antartide stanno perdendo ogni anno più massa e il permafrost continua a degradarsi. I livelli globali del mare stanno aumentando e l'acidificazione degli oceani procede accelerando continuamente. Le temperature degli oceani, sia in superficie sia in profondità, continuano ad aumentare a livello globale con implicazioni per lo sviluppo delle tempeste, dei cambiamenti delle correnti oceaniche e della degradazione della barriera corallina. Inoltre, le risorse di acqua dolce e gli ecosistemi sono sotto pressione. Stanno crescendo le prove che un'ampia varietà di eventi estremi è ora più probabile che si verifichi a causa del cambiamento climatico globale. Inoltre, sono aumentate le temperature estreme, le precipitazioni, la siccità e le tempeste, fatti questi collegati a un netto aumento del numero di catastrofi legate al clima tra il 2000 e il 2019 rispetto ai due decenni precedenti.


Limitare il rischio climatico


Nel 2015 a Parigi i paesi del mondo hanno concordato di contenere l'aumento della temperatura media globale ben al di sotto di 2ºC rispetto ai livelli preindustriali e perseguire tutti gli sforzi possibili per limitare tale aumento a 1,5ºC.

Per limitare l'aumento a 1,5 ° C il mondo deve ridurre le emissioni di anidride carbonica a livello globale a un ritmo senza precedenti, verosimilmente raggiungendo emissioni nette pari a zero entro il 2050.

Molti governi hanno annunciato la loro intenzione di ridurre notevolmente le emissioni, con l'obiettivo di raggiungere emissioni nette di gas serra pari a zero entro la metà del secolo. Tuttavia, nel complesso, gli impegni attuali per le emissioni nel 2030 sono ancora ben al di sotto dello sforzo richiesto per raggiungere gli obiettivi di Parigi. Anche se tutti

gli impegni riportati sono stati attuati, le temperature potrebbero ancora salire oltre i 3 ° C al di sopra dei livelli preindustriali entro il 2100 e c'è il rischio che l'aumento medio della temperatura possa superare 1,5 ° C entro il prossimo decennio.


Il nostro messaggio


Sottolineiamo il fatto che per raggiungere gli obiettivi di Parigi, il mondo deve aumentare in modo significativo la sua ambizione di essere in linea con i risultati del gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici. Tutti i governi dovranno quindi aumentare i loro sforzi intraprendendo un'azione rapida e ambiziosa, compreso il sostegno a coloro che avranno meno risorse e capacità. Aumentare le ambizioni di mitigazione delle nazioni in vista del "bilancio" dell'Accordo di Parigi previsto per il 2023 contribuirebbe a riportare il mondo su un binario più vicino al raggiungimento degli obiettivi di Parigi e

ridurre il rischio di impatti climatici potenzialmente devastanti.

Oltre a ridurre i crescenti rischi del cambiamento climatico a un livello più gestibile, lavorare per raggiungere gli obiettivi di Parigi può migliorare ulteriori bisogni della società, compreso il raggiungimento di molti degli obiettivi di sviluppo sostenibile individuati dalle Nazioni Unite.

Notiamo che l'impatto delle restrizioni COVID-19 ha portato a un leggero calo nelle emissioni del biossido di carbonio. Tuttavia, è probabile che ciò sia solo un fatto temporaneo a meno che le azioni intraprese per riprendersi dalla pandemia non supportino anche gli obiettivi di Parigi. Una ripresa globale sostenibile dal COVID-19 potrebbe portare a opportunità di lavoro nelle tecnologie pulite e affrontare la povertà energetica.

I servizi e le osservazioni meteorologiche e climatiche sono essenziali per supportare la valutazione del rischio climatico ed informare sulle strategie di mitigazione e adattamento. Esortiamo i governi a supportare tali fornitori di servizi con risorse adeguate per sostenere questi servizi e le cruciali osservazioni che essi forniscono.


Scarica qui il comunicato originale in formato pdf

Joint International Climate Communique b
.
Download • 656KB



63 visualizzazioni0 commenti